veduta

veduta

(ve'duta)
nome femminile
1. paesaggio che si offre alla vista La terrazza ha una bella veduta sul mare.
2. opera che raffigura un paesaggio mostra di vedute fotografiche pittore di vedute una veduta di Sorrento al tramonto
3. pl. complesso di idee, modo di vedere le cose
di mentalità aperta

VEDUTA.

Il vedere, vista. Lat. visus, us.
Tes. Br. 3. 5. E che la gente, che v' abita sia ben sana delli lor corpi, e ben chiari, e aperti, e che la veduta, e l' udita, e la boce loro, sia ben chiara, e purificata.
Passav. 104. Che sapevano, o per udita, o per veduta.
lib. pred. E li discepoli si rallegrano molto della sua veduta [cioè di vederlo]
Dan. Par. 19. Con la veduta corta d' una spanna.
Fr. Giord. S. L' anime loro usciano dell' acqua, e volavano a Cielo in veduta del Vescovo.
Sen. Pist. E così non sono a peso quello, che sono a veduta.
Petr. son. 61. Poi volò fuor della veduta mia.
Declam. Quintil. C. Pianse tanto, che perdee la veduta.
¶ Per similit. occhi.
Dan. Par. 2. Lo Ciel seguente, ch' ha tante vedute [cioè tante stelle]
¶ Per l' oggetto, che si vede.
Dan. Inf. 17. E vidi spenta Ogni veduta, fuorchè della fiera.
Far veduta, per fingere, e simulare. Lat. fingere, simulare.
Bocc. n. 67. 4. Fece veduta al Padre, che al Sepolcro voleva andare.
Cognoscer di vista, o per veduta. L. de facie cognoscere.
Bocc. n. 7. 9. E cui egli per veduta non conoscía.
Traduzioni

veduta

гледка, зрение, изглед, изложба, поглед

veduta

cašm-andâz, manzaré

veduta

idée, vue

veduta

panorama opinion, perspectiva, vista

veduta

widok

veduta

vedere

veduta

manzara

veduta

dars, nazaarah

veduta

보기

veduta

[veˈduta] sf
a. (panorama, rappresentazione di paesaggio) → view
b. vedute sfpl (fig) → views, opinions
di larghe o ampie vedute → broad-minded
di vedute ristrette o limitate → narrow-minded