vendetta

vendetta

(ven'det:a)
nome femminile
danno che si fa ad altri per pareggiarne uno subito giurare vendetta a qlcu
che colpisce un parente della persona contro cui ci si vendica
meritare un castigo esemplare un delitto che grida vendetta

VENDETTA.

Onta, o danno, che si fà altrui, in contraccambio d' offesa ricevuta. Latin. vindicta, ultio, animadversio.
Bocc. n. 77. 41. Con tutto che questo, ch' io ti fo, non si possa propriamente vendetta chiamare, ma più tosto gastigamento, inquanto la vendetta dee trapassar l' offesa.
Amm. ant. Nobile maniera di vendetta è il perdonare, quando l' huomo ha poder di prender vendetta.
Seneca delle quattro forze delle virtudi. Nobilissima generazion di vendetta, si è a perdonare, quando l' huomo hae la potenza di vendicarsi.
Dan. Inf. 7. Vuolsi così colà dove Michele Fe la vendetta del superbo strupo.
Petr. Son. 229. Far potess' io vendetta di colei, che, ec.
¶ Diciamo in proverbio, Siedi, e gambetta, e vedrai tua vendetta, esortando altrui a lasciar la vendetta dell' offese a Domenedio.
Traduzioni

vendetta

Rache, Vendetta

vendetta

venganza

vendetta

отмъщение

vendetta

hævn

vendetta

venĝo

vendetta

enteqâm

vendetta

vengiantia, vindicantia

vendetta

wraak

vendetta

zemsta

vendetta

răzbunare

vendetta

месть

vendetta

hämnd

vendetta

kisasi, lipo, ulipizi

vendetta

intikam, öç, öç intikam

vendetta

badlaa, daad, intiqaam

vendetta

pomsta

vendetta

kosto

vendetta

osveta

vendetta

復讐

vendetta

복수

vendetta

hevn

vendetta

vingança

vendetta

การแก้เแค้น

vendetta

sự trả thù

vendetta

复仇

vendetta

נקמה

vendetta

復仇

vendetta

[venˈdetta] sfrevenge, vengeance
prendersi una vendetta → to take one's revenge, wreak vengeance
essere assetato di vendetta → to thirst for revenge
vendetta trasversale (della mafia) revenge against somebody by attacking his family or friends