viziato

(Reindirizzato da viziata)

viziato

(vi'tsjato)
aggettivo
1. abituato a essere accontentato in tutto bambino viziato
2.
non respirabile C'è aria viziata in questa stanza.
3. diritto non valido un processo viziato

VIZIATO.

Pien di vizj, di difetti, vizioso. Lat. vitiosus.
Dan. Purg. 7. Sanno la vita sua viziata, e lorda.
Vit. S. Girol. Ebberlo in odio li viziati cherici, perocchè non cessò d' ammonirgli.
Passav. 158. Io ne son viziata di questo peccato, tra gli altri, e so fare il male, e nol so poi dire [cioè difettosa]
Tes. Br. 7. 52. Nullo nasce senza vizio, ma quegli è più buono, il quale è meno viziato.
¶ Per astuto, sagace. Lat. callidus, astutus.
Com. Parad. 6. Questo Romolo fue huomo molto savio, e viziato, e seppe matematica.
Fior. Vir. A. Mon. Credendo l' Abate, fosse più viziato delle cose del Mondo, che gli altri monaci, si lo mandò un dì a un mercato [cioè pratico]
M. V. 9. 41. I più pensarono, che fosse con inganno, e a mal fine, per la viziata fede del Re di Navarra [cioè corrotta, e fraudolenta]
Traduzioni

viziato

verwöhnt

viziato

lus, nonor

viziato

corrumpite, deteriorate, guastate, mal accostumate, vitiate

viziato

tabaah

viziato

rozmazlený

viziato

ødelagt

viziato

hemmoteltu

viziato

razmažen

viziato

台無しにされた

viziato

버릇 없는

viziato

verwend

viziato

bortskjemt

viziato

mimado

viziato

bortskämd

viziato

ถูกตามใจ

viziato

viziato

宠坏的

viziato

/a [vitˈtsjato] agg
a. (persona) → spoilt
b. (Dir) → invalid, invalidated; (rapporti, ragionamento) → ruined, spoiled
c. (aria) → stale, foul