zuppa, e suppa

ZUPPA, e SUPPA.

Propriamente pane intinto nel vino, e per ogni altro pane intinto in qual si voglia liquore. L. panis vino madidus.
Dante D. Pur. 33. Che vendetta d' Iddio non teme suppe.
But. perch' è volgare opinione, ec. che se alcuno fosse ucciso, e infra li nove dì, dal dì della uccisione, l' omicida mangi suppa di vino in su la sepoltura, gli offesi non ne possano mai far vendetta, ec. E però dice l' Autore, che la vendetta d' Iddio non ha paura d' essere impedita per suppe.
Lab. n. 191. I tordi grassi, le tortorelle, le zuppe lombarde, le lasagne maritate.
¶ Diciamo in proverbio. Chi fa l' altrui mestiere, fa la zuppa nel paniere: cioè Chi si mette a far quel ch' e' non sa, getta via la fatica, e 'l tempo. Lat. quam quisque norit artem, in hac se exerceat.