agio

agio

('adʒo)
nome maschile
1. condizione di benessere mettere qlcu a proprio agio
2. pl. benessere economico vivere negli agi
3. possibilità di fare qlco aver agio di riflettere
4. mecc. piccolo spazio tra due componenti che ne consente il movimento lasciare agio tra i due pezzi di un raccordo

AGIO

comodo. Lat. commoditas.
Bocc. n. 18. 9. Essendo io negli agi, e negli ozj, ne' quali voi mi vedete.
Dan. Purg. 14. Le donne, i cavalier, gli affanni, e gli agi.
G. V. 5. 21. 1. E tornarono ad abitare nel piano, ec. per esser più all' agio del piano, e dell' acqua.
Bocc. n. 19. 16. E statosi la maggior parte della notte, per la camera a suo agio.
Oggi assolutamente diciamo, avere agio a far che che sia, cioè tempo a sufficienza, comodità di tempo.
¶ Per metaf.
N. ant. 99. 10. Dall' altra parte la Reina ne fia a troppo mal' agio quando ella saprà vostra dolorosa morte [cioè ne sentirà gran cordoglio, e gran passione, ec]
¶ E in vece di casa, e luogo da abitare. Lat. domicilium, domus.
N. ant. 97. 5. Quell' altro poi cavalcò più volte, tanto ch' udì il padre, e la madre far romor nell' agio, e intese dalla fante, ec.
Dittam. Vidi Peschiera, e 'l suo bell' agio er' ivi, Che sopr' ogni altro d' Italia si loda.
Ar. Fur. E l' ornerà di templi, e di palagi, Di piazze di teatri, e di mille agi.
A GRANDE AGIO, A GRANDISSIMO AGIO, A SUO AGIO, e simili, son posti avverbialm.
Bocc. n. 61. 4. a grande agio, e con molto piacer cenò [cioè con gran comodità, comodamente] E n. 19. 16. E statosi la maggior parte della notte per la camera a suo agio [cioè con suo comodo]
Traduzioni

agio

râhati, refâh

agio

agio, amplitude, commoditate, conforto, libertate, otio, richessa

agio

bekvämlighet

agio

chhuTTi, faraaGH, fursat, KHaali waqt

agio

/gi [ˈadʒo] sm
a.ease, comfort
sentirsi/trovarsi a proprio agio → to feel/be at one's ease
mettersi a proprio agio → to make o.s. at home o comfortable
b. (opportunità) dare agio a qn di fare qcto give sb the chance of doing sth
c. agi smplcomforts
vivere negli agi → to live in comfort