aia

AIAAssociazione Italiana Arbitri
AIAAutorizzazione Integrata Ambientale

aia

('aja)
nome femminile
cortile contiguo a cascine e sim., su cui si fanno essiccare prodotti agricoli stendere il fieno sull'aia
figurato tirare qlco per le lunghe senza giungere a una conclusione

AIA

spazio di terra spianato, e accomodato, per battervi il grano, e le biade. Lat. Area.
Cr. 3. 1. 1. Dell' aia da battere. L' aia non dee esser di lungi dalla villa, per l' agevolezza del portare.
M. V. 8. 72. Temendo della ricolta, che la maggior parte era in su l' aia.
¶ E per ispartimenti di giardini. Lat. areola.
Cr. 5. 8. 2. E farai piccole aie, acciocchè, da ciascuna parte, l' acqua possa correr pe' canali, e in queste aie.
E METTERE IN AIA : cioè cimentarsi, intrigarsi, venire in pruova.
Bocc. n. 77. 7. Ah cattivella, cattivella, ella non sapeva ben, Donne mie, che cosa è il mettere in aia con gli scolari.
Diciamo MENARE IL CAN PER L' AIA, che è mandar le cose in lungo, per non venirne a conclusione. Lat. erronem esse.
E METTERE STOPPIA IN AIA. Far cosa, che non serve a niente, gettar via il tempo, perchè, dalla stoppia messa in aia, non se ne può trarre alcun frutto.
E da AIA AIATA, che è tanta quantità di grano, o di biada in paglia, quanta basta a empier l' aia.
Traduzioni

aia

Dreschtenne, Tenne

aia

aira

Aia

[ˈaja] sf L'AiaThe Hague

aia

[ˈaja] sf (cortile) → farmyard; (per battere il grano) → threshing floor