beveraggio

BEVERAGGIO.

bevanda.
Bocc. n. 17. 16. dalla piacevolezza del beveraggio tirata, più ne prese, che alla sua onestà non sarebbe richiesto.
Ovvid. Pist. L' ansietade m' è cibo, le lagrime beveraggio.
Tav. Rit. Allora ordinò un beveraggio con veleno, il qual pareva fine vino, per darlo a bere a Tristáno.
Tes. Br. 1. 27. E poi morì di veleno in Babbillonía, che gli diede un suo cavaliere, in beveraggio.
Cavalc. Specch. Cr. L' amaritudine del beveraggio.
Arrigh. Quali beveraggi di Lete, abbeverarono li tuo' sensi?
M. Vill. 8. 6. E intendeva catuno alla propria utilità, e del monistero non si curavano, e 'l nimico, con suoi beveraggi, gl' innebbriava.
¶ Per mancia da comperar da bere.
Fr. Giord. Salv. Dimandando, dove andava, rispose, Vado a' frati a dar loro beveraggio.
Traduzioni

beveraggio

питие

beveraggio

beverage

beveraggio

bebida, brevage, poción

beveraggio

breuvage

beveraggio

içecek

beveraggio

/gi [beveˈraddʒo] sm (per animali) → bran mash; (pozione) → potion beveraggi smpl (bevande) → drinks