cagnazzo

CAGNAZZO.

da cane, simile al cane. Qui brutto, e deforme. Lat. deformis.
Boc. n. 74. 10. E perchè così cagnazzo viso avea, ec.
Dan. Inf. c. 32. Poscia vid' io mille visi cagnazzi, fatti per freddo.
E Inf. c. 21. fece nome proprio di questo aggiunto, e attribuillo a un Diavolo.
Dan. Inf. c. 21. E tu Cagnazzo, e Barbariccia guidi la decína.