cappella

cappella

Piccolo ambiente destinato al culto, isolato o facente parte di un complesso architettonico. S'intende anche un altare nella chiesa o un oratorio. I fedeli con maggiori possibilità economiche spesso offrivano denaro per far costruire una cappella votiva in loro memoria.

cappella

(ka'p:ɛl:a)
nome femminile
1. piccolo edificio sacro cappella mortuaria
2. il coro di una chiesa maestro di cappella

cappella

(ka'p:ɛl:a)
nome femminile
estremità superiore del fungo cappella spugnosa

CAPPELLA.

luogo nelle Chiese, dove si pongono gli altari per celebrare. Lat. sacellum, aedicula, sacrarium.
G. V. 7. 98. 2. Nel detto anno si cominciò a rinnovar la badía di Firenze, e fecionsi le cappelle, e 'l coro.
Bocc. n. 65. 9. Ma che non volea, ch' ell' andasse ad altra chiesa, che alla cappella loro.
¶ E per gli abbigliamenti, che ricerca una cappella.
M. V. 7. 100. Gli mandarono, ec. una cappella doppia di baldacchini d' oro, e di seta fine [cioè tanti drappelloni, che parassero una cappella doppiamente, come, una camera di cuoi, cioè tanti cuoi, che parino una camera]
Si direbbe CAPPELLA, o ORATORIO a una piccola chiesìna.
E CAPPELLA: moltitudine di musici, deputati a cantare in una chiesa, il capo de' quali si chiama Maestro di cappella.
Traduzioni

cappella

chapel, band

cappella

kapelo

cappella

capilla, glande

cappella

chapelle

cappella

capela

cappella

параклис

cappella

kaple

cappella

kapel

cappella

cappella

cappella

kapell

cappella

kappeli

cappella

kapela

cappella

礼拝堂

cappella

예배당

cappella

kapell

cappella

kaplica

cappella

โบสถ์เล็กๆ

cappella

şapel

cappella

nhà nguyện

cappella

小礼拜堂

cappella

קפלה

cappella

[kapˈpɛlla] sf (Rel) → chapel; (cantori) → choir