contradio

CONTRADIO.

sust. avversario. Lat. hostis inimicus.
G. V. 8. 71. 1. I contradj neri erano principali. M. Rosso della Tosa.
¶ Per offesa dispetto, scherno, vergogna. Lat. iactura, illusio.
Tav. Riton. Io non mandai lo corno a vostro contradio, ma fecilo a dispetto del paese.
G. V. 7. 149. 1. Per contadio de' Fiorentini, e de' Conti da Battifolle.

CONTRADIO.

add. contrario. Lat. contrarius.
Fior di vir. A Mon. le cose si conoscono per loro contradio, che 'l bene fa conoscere il male, e 'l dolce l' amaro.
G. V. 8. 11. 2. La qual benignità, e pietà de' Fiorentini, tornò poi loro più volte contradia [cioè dannosa]