disdegno

DISDEGNO.

sdegno. Lat. indignatio.
Dan. Par. 16. Per lo giusto disdegno, che v' ha morti, E posto fine al vostro viver lieto.
Petr. canz. 4. 6. Ma talora umiltà spegne disdegno. E can. 5. 3. Quai figli mai, quai donne, Furon materia a sì giusto disdegno.
¶ Per dispregio. Lat. despicatio, contumelia.
G. V. 211. 3. Nella detta oste i Fiorentini, il dì di San Giovanni, fecer correre il palio, onde i Melanesi se 'l recarono a grande disdegno. E altrove. Non volle seguire il detto consiglio, ma per sua superbia, e disdegno de' Pisani, si volle conducere a battaglia.
Tes. Br. 3. 9. Lo maestro non ne dirà ora più che detto n' abbia, perchè l' uno lo terrebbe a disdegno, e l' altro ad avarizia.
Accademia della Crusca © 1612
Traduzioni

disdegno

disdain

disdegno

desdén

disdegno

contempto, disdigno, minuspreciation

disdegno

Verachtung

disdegno

dédain

disdegno

desdém

disdegno

презрение

disdegno

鄙视

disdegno

鄙視

disdegno

foragt

disdegno

בוז

disdegno

경멸

disdegno

förakt

disdegno

[dizˈdeɲɲo] smdisdain, contempt, scorn
Collins Italian Dictionary 1st Edition © HarperCollins Publishers 1995