disonesta

DISONESTA.

vizio d' impudicizia, che consiste in fatti, o in parole, sfacciatezza di costumi, e all' eccesso di questo vizio diciamo OSCENITA. Lat. impudicitia, impuritas. Tertull. dice inhonestas.
Passav. 134. Imprima dee essere di matura etade, non troppo giovane, acciocchè sia riverito, e che non ci abbia sospetto di disonestà. E car. 31. Quello, che rende indegno il prete del santo uficio, è spezialmente la disonestà della carne.
Bocc. 23. 23. Come, ec. per la lunghezza del tempo avesse le sue tristizie, e disonestà dimenticate.