disubbidenza

DISUBBIDENZA.

il disubbidire, trasgressione. Gr. Lat. contumacia.
Lab. n. 163. La cui gola, e la cui disubbidenza, e le cui persuasioni, furono di tutte le nostre miserie cagione, e origine.
Buti. Giace poi cent' anni, per pena della disubbidenza della giustizia.
Maestruz. Della vanagloria, secondo questo dottore, nascono sette figliuoli: La disubbidenza, ec.