guastada

GUASTADA.

Vaso di vetro corpacciuto, con piede, e collo stretto, nel quale, comunalmente, si tien l' acqua, per annacquare il vino. Lat. phiala.
Bocc. n. 40. 7. Gli venne nella finestra veduta questa guastada d' acqua, la quale il medico, per l' infermo, avea fatta.
N. ant. 40. 1. M. Giacopino diede di mano nella guastada, e disse.