immezzare, e immezzire

IMMEZZARE, e IMMEZZIRE.

Con la Z. aspra, divenir mezzo. Il lat. dice mollescere, mollem fieri.
Cr. 5. 21. 10. Ed imperò si dee fare, che s' immezzino, e lascino l' asprezza. E lib. 6. 21. 3. I cocomeri son migliori, quando son maturi, la qual cosa si conosce, quando immezzano, e diventano leggieri.