inaverare

INAVERARE.

V. A. infilzare, ferire. Lat. sauciare ferire, e viene dalla voce lat. veru, che vale SCHIDIONE, onde propriamente INAVERARE, è metter nello schidione. Lat. veru infigere.
Sen. Pist. Il qual Fortuna puote pungere, ma ella nol puote innaverare, ne fedire, eziandio quando ella il fiede della peggior saetta, ch' ell' ha.
Mess. Cino Rim. Deh piacciavi donare al mio cuor vita, Che si muor sospirando, Che innaverato è sì, che poco stando, Sarà la sua finita.
But. Il modo dell' amore, che prese Paolo della mia bella persona, fu tale, che m' offese nel modo, cioè, che m' innaverò, e ferimmi il cuore. E così ancora m' offende, cioè così innavera, e ferisce, ora, che l' amo fortemente, ec.