infracidare

INFRACIDARE.

Veníre a corruzione, putrefarsi. Lat. putrescere, putridum fieri.
Cr. 2. 21. 1. I semi s' infracideranno, e l' utilità del seme non andrà innanzi, ne allignerà.
Dial. S. Greg. M. Infracidando, e computrescendo tutte le membra.
Introd. alle virt. Furono cacciati, e condennate le corpora loro, e di loro successori, a morire, e a 'nfracidare.
Cavalc. fr. ling. Come si mostra in quell' angelo, che toccò il nervo della coscia di Iacob, e fecelo infracidare, e diventò sciancato.
Mor. S. Greg. Per questa bruttura non dobbiamo intendere altro, se non li peccati della carne, i quali sono infracidati in noi, per la lunga usanza, che noi abbiamo fatto di quelli.
G. V. 11. 78. 2. Onde infracidò l' oste, e, corrotta, ingenerò pistolenza.