infracidare

INFRACIDARE.

Veníre a corruzione, putrefarsi. Lat. putrescere, putridum fieri.
Cr. 2. 21. 1. I semi s' infracideranno, e l' utilità del seme non andrà innanzi, ne allignerà.
Dial. S. Greg. M. Infracidando, e computrescendo tutte le membra.
Introd. alle virt. Furono cacciati, e condennate le corpora loro, e di loro successori, a morire, e a 'nfracidare.
Cavalc. fr. ling. Come si mostra in quell' angelo, che toccò il nervo della coscia di Iacob, e fecelo infracidare, e diventò sciancato.
Mor. S. Greg. Per questa bruttura non dobbiamo intendere altro, se non li peccati della carne, i quali sono infracidati in noi, per la lunga usanza, che noi abbiamo fatto di quelli.
G. V. 11. 78. 2. Onde infracidò l' oste, e, corrotta, ingenerò pistolenza.
Accademia della Crusca © 1612