intendimento

intendimento

(intendi'mɛnto)
nome maschile
1. ciò che ci si propone come fine È mio intendimento esaminare le cose a fondo.
2. facoltà di comprendere essere dotato di buon intendimento

INTENDIMENTO.

Intelletto. Lat. intellectus. Gr.
Tes. Br. 1. 15. Ma perciocch' ella ha sapienza, si è appellata intendimento, e, al vero dire, intendimento è la più alta parte dell' anima.
Albert. cap. 59. Lo 'ntendimento è vedimento delle virtudi.
¶ Per intelligenza.
M. V. 2. 2. Cittadini di leggieri intendimento, e di novella cittadinanza.
Passav. c. 1. Della penitenzia volendo utilmente, e con intendimento scrivere, e dire, conviene, ec. [cioè con intelligenza, chiarezza]
¶ Per disegno, intenzione, proponimento. Lat. consilium, mens, intentio, propositum.
Bocc. n. 93. 9. Queste parole porsero alcuna speranza a Mitridanes di potere, con più consiglio, e con più salvezza, dare effetto al suo perverso intendimento.
G. V. 9. 284. 3. Il detto esecutore si ritenne del suo folle intendimento.
N. ant. 54. 9. Oggimai poss' io far quello, ch' io voglio, e compiere tutto mio intendimento.
Dan. Purg. c. 14. Se ben lo 'ntendimento tuo accarno, con lo 'ntelletto.
G. V. 8. 42. 2. Dando intendimento al Re di Francia, ec. di farlo eleggere Imperadore [cioè intenzione, e speranza] E appresso. Per recare, con la sua forza, la città di Firenze al suo intendimento [cioè alla sua obbedienza, e alle sue voglie]
Bocc. n. 32. 19. Comare, egli non si vuol dire, ma lo 'ntendimento mio è, ec. [cioè il mio fine, e quell' oggetto, dov' io ho posto il pensiero] Lat. intentio.
Fiamm. lib. 1. 37. Mentre io fra loro alcuna volta il mio intendimento mirava.
¶ Per senso, o concetto. Lat. sententia, sensum.
Bocc. n. 89. 8. Non potendo d' esse comprendere ne intendimento, ne frutto alcuno.
G. V. 12. 2. 26. E con tutto, che in latino, come lo mandò, fosse più nobile, e d' alti verbi, e intendimenti.
Dan. Purg. c. 28. Sì appressando se, che 'l dolce suono Veniva a me, co' suoi intendimenti.
G. V. 7. 94. 2. Questo Carlo fu il più temuto, e ridottato Signore, e 'l più valente d' arme, e con più alti intendimenti, che nullo Re, che fosse nella casa di Francia, da, ec. [cioè concetti d' animo]
¶ Per trattato d' inganno, e di tradigione. Lat. techna, ars. Gr.
G. V. 8. 42. 2. Dimandare per Mess. Carlo di Valos fratello del Re di Francia, per doppio intendimento.
Traduzioni

intendimento

understanding

intendimento

intención

intendimento

capacitate a comprender, intendimento

intendimento

فهم

intendimento

förståelse

intendimento

compréhension

intendimento

Verständnis

intendimento

ymmärtäminen

intendimento

이해

intendimento

κατανόηση

intendimento

הבנה

intendimento

понимание

intendimento

forståelse

intendimento

compreensão

intendimento

begrip

intendimento

разбиране

intendimento

[intendiˈmento] sm (proposito) → intention