invanire

Ricerche correlate a invanire: fattezze, menda

INVANIRE.

Divenir vano. Lat. exinaniri.
M. V. 3. 14. I grani, e le biade in molti paesi, e singularmente nel contado in Firenze, fece ristrignere, ed invanire.
Amm. ant. Quale utilità è de' semi, che al cominciamento ben mettono erba, e poi invaniscono?
¶ Per metaf. non avere effetto, mancare, svaníre. Lat. evanescere.
M. V. 3. 74. E per lunga vista si dimostrò in propria figura di serpe, e poi cominciò ad invaníre dalla coda, e dal collo.
Guid. G. Ma, soprastando il mischiato disiderio, invanisce l' allegrezza sua, poichè, per troppo affetto, la notte non viene.
¶ Per divenir superbo, vanaglorioso. Lat. superbire.
Liv. dec. 3. Cesio, che tanto soleva esser giusto, era invanito, per la oltraggiosa gloria, che 'l popolo gli avea data.
¶ In signific. att. far vano.
Annot. Vang. E non favelloe in vano, per non invaníre la promession d' Abraam.
Traduzioni

invanire

envanecerse