laido

(Reindirizzato da laide)

laido

('lajdo)
aggettivo letterario
1. molto sporgo
2. figurato moralmente vergognoso discorso laido

LAIDO.

Sozzo, deforme, brutto, sporco, non solamente di bruttura materiale, ma di bruttura, e oscenità di vizj, e di malvagi costumi. Lat. turpis, inhonestus.
N. ant. 44. 1. Il vostro marito è così laido, come voi sapete. E nov. 25. 2. Donne, ec. erano sguardate, e io no, per mia laida cotta.
G. V. 7. 40. 2. Avvenne una laida, e abbominevol cosa, sotto la guardia del Re Carlo [cioè empia, scellerata, e di brutto esemplo]
Amm. ant. La quale ha luogo, non solamente ne' fatti, ma eziandio nelle parole, di non trapassare il modo del favellare, e che niuna cosa laida suoni nel tuo dire [cioè oscena, e sporca]
Dan. Inf. 19. Che dopo lui verrà di più laida opra, Di ver Ponente un Pastor senza legge [cioè brutta, e sconvenevole] E Inf. 32. Ma riprendendo lei di laide colpe.
N. ant. 18. 2. Io abbo un laido dente [cioè guasto, corrotto, e fetente] E nov. 70. 2. Ed assai è laida cosa piangere altri se stesso, cioè vergognosa, e sconvenevole. E nov.. E li donzelli presero a contare, come vi avea laide novelle [cioè pessime, e malvage]
Traduzioni

laido

безобразен, грозen

laido

nemalonus

laido

hâd, urât

laido

çirkin

laido

/a [ˈlaido] aggfilthy, foul; (osceno) → obscene, filthy