laidezza

LAIDEZZA.

Astratto di laido. Lat. turpitudo, deformitas.
Amm. ant. Nelle vestimenta sempre gli piacque poverta, e non giammai laidezze.
Tes. Br. 5. 33. E molto hae a dispetto la laidezza de' suo' piedi. Quì bruttezza, e deformità: parla del Paone.
Cavalc. Discipl. Spir. Dio non lascia alcuna laidezza di vizio, senza bellezza di vendetta.
Traduzioni