lumiera

LUMIERA.

Fiaccola, lume grande. Lat. fax.
Tav. riton. E in cima d' ogni canton della torre avea un carbone, che rendeva, per quel, sì grande splendore, come continuo v' ardesse quattro lumiere.
M. V. 2. 33. Ed al segno dato d' una lumiéra, alzato, sopra ogni lume, molto.
¶ Per isplendore, luce. Lat. lux.
Dan. Par. 5. Questo diss' io diritto alla lumiera, Che pria n' avea parlato. E cant. 9. Tu vuo' saper, chi è in questa lumiéra. E Inf. c. 4. Così n' andammo infino alla lumiéra.
Liv. M. Avvegnadio, che allora vedessono lumiéra, come s' elli fossono usciti del Ninferno.
¶ Per metafora. Lat. dux.
Sen. Pist. Ti preghiamo, ec. Che tu mostri la lumiéra di verità a coloro, che sono sbarattati, o disviati.
Tes. Br. 1. 4. E io vi dico, ch' ell' è lumiera di chiaro parlare: ell' è insegnamento de' dettatori.
Oggi LUMIERA diciamo a un' arnese, che contenga in se molti lumi. Lat. lychnuchus pensilis.
Traduzioni

lumiera

luster

lumiera

araña, lucerna

lumiera

блеск