martirio, e martiro

MARTIRIO, e MARTIRO.

Tormento, che si patisce nell' esser martirizzato.
Collaz. S. Pad. E a questo dare aggiugnerò il martírio, per arsura del mio corpo.
Dan. Par. 10. Ed essa da martíro, E da esilio venne a questa pace. E cant. 15. E venni dal martírio a questa pace.
¶ Per pena semplicemente.
Dan. Purg. 23. A ber lo dolce assenzio de' martíri. E Inf. c. 12. E l' un gridò da lungi a quel martiro Venite voi, che scendete la costa. E can. 14. Nullo martirio, fuorchè la tua rabbia, Sarebbe al tuo furor dolor compíto.
¶ Per affanno, e passion d' animo. Lat. animi angor.
Cavalc. Specc. Cr. La tentazione è grande martirio.
Bocc. canz. 4. 1. Che lieve reputai ogni martíro.