offenditore

OFFENDITORE.

Che offende.
G. V. 8. 64. 5. E poi l' offenditore pulì, non tanto per l' offesa della persona, ec.
M. V. 3. 62. Ma per esemplo a' popoli, che non sono offenditori che almeno si guardino.