p

p

(pi)
nome maschile-femminile
sedicesima lettera dell'alfabeto
nella compitazione, spec, telefoinica, delle parole

P.

Lettera, assai simile al B, e all' U consonante, con la quale molte voci si pronunziano scambievolmente, come COPERTA, COVERTA, SOPRANO, e SOVRANO. Consente, dopo si se, delle consonanti, nella medesima sillaba, la L, e R, e ne perde alquanto di suono, come PLACARE, APPLICAZIONE, PRATO, GINEPRO: quantunque con la L più di rado si truovi. Nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, ammette avanti di se la L, M, R, S, come alpe, TEMPO, CORPO, ASPIDO, benchè la S gli si ponga avanti ancora nel principio di dizione: come SPADA, SPINTA. La S avanti al P, si profferisce nel modo più comune, cioè col suono più intenso, quale è nella voce CASA, di che vedi nella lettera S. Raddoppiasi nel mezzo della parola, quando è necessario di farlo come CAPPA, STOPPA.

P.

Qui è lettera per parte, e val, peccato, cominciando esso vocabolo da questa lettera.
Dan. Purg. c. 9. Sette p nella fronte mi descrisse, Col punton della spada.
Traduzioni

p

P/p, P

p

p

p

p

p

P

p

p

p

p

p

P

p

P

P

p [pi] sf o m inv (lettera) → P, p
P come Padova → P for Peter

P

abbr
a. =pesowt =weight
b. =parcheggioP
c. (Aut) =principianteL =learner

p

abbr =paginap =page