peculio, e pecuglio

Ricerche correlate a peculio, e pecuglio: peculato

PECULIO, e PECUGLIO.

Mandra, gregge, bestiame. Lat. pecus, grex.
Cr. 9. 68. 2. Portano con seco i pastori i graticci, o vero le reti, e tutte l' altre masserizie, con le quali dividono i pecugli delle pecore.
Dan. Purg. 27. E quale il mandrian, che fuora alberga, Lungo 'l peculio suo, queto pernotta.
Lib. Maccab. M. Quivi stettono eglino, e le loro donne, e lo loro pecuglio.
Com. Purg. 5. Le pecorelle seguono le vestigia delle prime del suo peculio, così faceano quelle anime: e come addiviene, per alcuno accidente, che le prime pecorelle del pecuglio, ec.
Agn. Pand. Aver posessione, ec. ove io facessi allevar pecugli, polli, colombi, e ancora pesci.
¶ Per metaf.
Dan. Par. 11. Ma il suo peculio, di nuova vivanda, è fatto ghiotto.
¶ Peculio, termine legale, si dica a tutto quello, che il figliuol di famiglia, o lo schiavo tiene in proprio di volontà del padre, o del suo padrone. L. peculium. Onde: aver fatto un po' di peculio, si dice generalmente di chi ha con industria raunata alquanta di pecunia, che diremmo anche: aver fatto gruzzolo.