pelago

PELAGO.

Profondo ridotto d' acque. Latin. pelagus.
Dan. Purg. 14. Discesa poi per più pelaghi cupi. E Inf. c. 1. Uscito fuor del pelago alla riva.
Cr. 9. 81. 4. In niuno luogo, se non in pelago di Mare si può rinchiudere.
¶ Per metaf.
Bocc. proem. 4. Ch' egli è usato di porgere, a chi troppo non si mette ne' suoi più cupi pelaghi navigando.
¶ Per lo Mare.
G. V. 7. 50. 5. Essendo il detto Berto in nave, e in Mare in alto pelago.
¶ E da PELAGO IMPELAGATO, che vale intrigato, quasi immerso nel pelago: il suo contrario è SPELAGATO.
Traduzioni

pelago

sea