proda

PRODA.

Estremità di qualunque luogo, che abbia altezza, come di balza, letto, tavola. Lat. sponda.
Bocc. nov. 79. 41. Alle quali, come Buffalmacco fu vicino, accostatosi alla proda d' una, ec.
Dan. Purg. 6. Cerca misera intorno dalle prode Le tue marine. E Inf. c. 4. Vero è che 'n su la proda mi trovai, Della valle d' Abisso.
¶ In vece di prora. Latin. prora.
But. Proda è la parte dinanzi del legno, e poppa quella di dietro. E nov. 41. 13. Entrata in Mare, verso Rodi dirizzarono la proda. E num. 14. E quella alla proda del suo legno, per forza, congiunse.
Traduzioni