propinquo

PROPINQUO.

Vicino. Lat. propinquus, vicinus.
Cavalc. fr. ling. Alcuna preparazione generale, e longinqua, ed alcuna più speziale, e propinqua.
Dan. Par. 9. Di quella luculenta, e chiara gioia Del nostro Cielo, che quì m' è propinqua. E Purg. 33. A darne tempo già stelle maligne.
¶ In vece di congiunto per parentela. Lat. propinquus, consanguineus.
Dan. Par. 13. Ch' a' miei propinqui tu ben mi rinfami.
G. V. 12. 22. 2. Che non toccasse se non a' suo' propinqui, infino in terzo grado, per diritta linea.
San Grisost. E noi, per contrario, gli amici, e i propinqui ci studiamo d' ingannare, e d' offendere.