prova, e pruova

PROVA, e PRUOVA.

Esperimento, cimento. Lat. periculum, experimentum.
Vit. S. Pad. Lo quale mettendo al fuoco, e faccendone molte pruove, trovoe, ch' era argento finissimo.
Cavalc. fr. ling. Se addiviene, che sieno messi alla prova, incontinente si versano, e mostrano il veleno, ch' hanno dentro.
Petr. canz. 24. 2. Sol per aver di me più certa pruova.
¶ Per testimonianza, ragion confermativa. Lat. probatio.
Dan. Purg. 21. Della mondizia il sol voler fa pruova.
Bocc. n. 11. 12. E che io dica il vero, questa pruova ve ne posso dare.
Cavalc. fr. ling. Lasciamo adunque di dirne altra prova, concludiamo questo capitolo.
Dan. Par. 24. Ed io la prova, in che 'l ver mi dischiude, Son l' opere seguite. E appresso. E da tal creder non ho io pur prove Fisiche, e metafisiche.
G. V. 8. 12. 3. Dove la prova, di piuvica fama, era, per due testimoni, si mise che fosse per tre.
¶ Per quegli, che testimonia. Lat. Testis.
Franc. Sacch. Se tu con le pruove, e io co' bastoni, e con gli spuntoni, s' e' bisognerà.
Diciamo tutto giorno. Il tale è ito per pruova : io ho tante pruove, cioè tanti huomini, che provano.
¶ Per gara. Lat. contentio, controversia.
Dan. Inf. c. 8. Non sbigottir, ch' io vincerò la prova.
onde PROVANO.
¶ Per effetto. Lat. effectus, us.
Dan. Purg. 30. Ch' ogni abito destro Fatto averebbe in lui mirabil pruova.
Bocc. n. 89. 14. Doman vedremo, che prova avrà fatto il consiglio del, va al ponte all' oca.
¶ Per azione. Lat. actio.
Bocc. n. 18. 17. Faccendo cotali pruove fanciullesche.