pusillanimita

PUSILLANIMITA.

Debolezza d' animo, timidità. In lat. si dice comunemente, *pusillanimitas, gr.
Maestruz. E peccato la pusillanimità? Sì come l' huomo, per la presunzione, eccede la proporzion della sua potenzia, sforzandosi a maggior cose, che non può: così la pusillanimità viene dalla proporzion della sua potenzia, quando ricusa d' andare in quello, che è di sua potenza, e misura.
Introd. alle virt. Sono detti vizj, che nascono di tristitia, e sono appellati, ec. pusillanimità, negligenza.
Mor. S. Greg. Ciò che la pusillanimità, o vero il picciolo animo mostrasse grave, e di non poter sostener la speranza del premio, lo dimostar cosa piccola, e leggiere.
Com. Par. c. 1. L' Autore riprende la pusillanimità de' mondani, che non attendono a scienzia.