rammaricare

rammaricare

(ram:ari'kare)
verbo transitivo
rendere triste La sua decisione ha rammaricato molto i suoi genitori.

RAMMARICARE.

Far doglienze, dolersi, querelarsi, lamentarsi. Lat. conqueri.
Bocc. n. 76. 12. Se altro avvenisse, che non vi piacesse, voi non v' abbiate a rammaricar di me. E nov. 79. 17. Di che rammaricandosi Nicostrato. E nov. 50. 12. Essendocene venuto puzzo, e rammaricaticene, avea detto la donna. E nov. 98. 24. Dirottamente cominciò a piagnere, se dello 'nganno di Gisippo rammaricando.
¶ Per mandar fuori voci lamentevoli, per dolore di corpo, o d' animo.
Dan. Purg. 32. E quale esce di cuor, che si rammarca, tal voce uscì del Cielo.
Traduzioni

rammaricare

apenar, dolerse, sentir

rammaricare

[rammariˈkare]
1. vtto grieve
2. (rammaricarsi) vip rammaricarsi di o per qc (dispiacersi) → to regret sth, be sorry about sth; (lamentarsi) → to complain about sth
è inutile rammaricarsi → there is no point in feeling sorry