rattore

RATTORE.

Rapitore. Lat. raptor.
Bocc. n. 98. 36. Io non venni, come rattore, a torle la sua virginità.
Passav. 135. Non crudele, non rattore, non vagabondo.
Cavalc. Med. cuor. Gli occhi son da reprimere, e raffrenare dalla lascivia della sua voluttà, come rattori, e inducitori a colpa.
S. Grisost. Io non son, come gli altri huomini rattori, ingiusti, adulteri, ne come questo pubblicano.