ricogliere

RICOGLIERE.

Vedi RACCOGLIERE. Lat. colligere.
Boc. n. 76. 16. Tu ci menasti una volta giù per lo Mugnone, ricogliendo pietre nere. E nov. 73. 11. A me pare, che noi abbiamo a ricogliere tutte quelle, che noi vedrem nere. E num. 14. E quando una, e quando un' altra ne ricoglievano. E nov. 68. 20. Basterebbe s' egli t' avesse ricolta del fango. E nov. 39. 11. Furono i due corpi ricolti.
Dan. Inf. 3. Che mischiato di lagrime a' lor piedi, Da fastidiosi vermi era ricolto.
Petr. Son. 288. Ma ricogliendo le sue sparte fronde.
Bocc. n. 10. 16. Voi non avreste mai ricolto granel di grano [cioè avuto, ne raunato]
Tes. Br. 3. 9. Piantare arbori, e seminare, e ricogliere, e guardar sue biade, e tosar le sue pecore [cioè mettere insieme, e riporre i frutti delle rendite] Lat. colligere, cogere.
G. V. 10. 112. 3. E parte di loro stavano a vicenda nella camera a ricoglier le fave [cioè a raunare] E lib. 9. 331. 1. Tutti i danari ricolti di decime [cioè adunati, e riscossi]
Stor. Rinald. Montalb. E diede loro il passo del fiume, che vi si ricoglieva passaggio.
G. V. 9. 319. 2. Si ricolse, e uscì del passo, anzi che la gente de' Fiorentini vi giugnesse [cioè rimise insieme, e adunò] E lib. 12. 43. 4. Ricogliamo le ricordanze antiche pur di questa cronica [cioè mettiamo insieme]
¶ Per riscattare, riscuotere, ricuperare, e dicesi di cose impegnate. Lat. recuperare. Luere dicono i Legisti.
Bocc. n. 72. 7. Io ricoglierò dall' usuraio la gonnella mia dal perso. E nov. 84. 8. Noi il riavrem per trentacinque soldi, ricogliendol testè.
G. V. 7. 136. 1. Avea prestato a usura a una cristiana sopra una roba, e quella volendo ricogliere, per averla indosso il giorno di Pasqua.
¶ Per ricoverarsi, rifuggirsi, ritirarsi, ridursi. Lat. confugere, se se recipere.
G. V. 1. 21. 1. Con seguito di 3300. huomini della miglior gente di Troia, e ricolsonsi in sù 22. navi.
M. V. 7. 94. Assaliva i nemici al campo, e danneggiavagli, e, per savia condotta, si ricoglieva a salvamento.
Cavalc. fr. ling. L' huomo, quando vuole orare, si debbe ricogliere al cuore, e rifermar tutti gli spargimenti de' sentimenti.
¶ Per comprendere, intendere, notare, osservare. Lat. notare, observare.
Dan. Par. 30. Se le parole Mie son ricolte senza altro lavoro.
Bocc. nov. 9. 2. Con attento animo son da ricogliere. E nov. 91. 5. Il famigliare questa parola ricolse.
Dan. Conv. 19. E così ricogliendo ciò, ch' è ragionato, e' pare, che dieci Cieli sieno [cioè tenendo a mente, e cavandone costrutto]
E ricogliere il fiato, vale rifiatare, respirare. Lat. anhelitum resumere, respirare.
Vit. Crist. D. A pena puote ancor ricoglier lo fiato.
¶ Per liberarsi, e come diciamo, ma in modo basso, sgabellarsi da qualche cosa. Lat. se liberare.
N. ant. 6. 10. Così si ricolse il Fabbro dallo 'mperador, come avete udito, e ritornossi al suo albergo sano, e salvo, a fare de' fatti suoi.