rimproccio

RIMPROCCIO.

Il rimprocciare.
G. V. 10. 36. 1. Si partì da Pisa dal Bavero assai mal contento, per grosse parole, e rimprocci.
M. V. 1. 67. Il Conte, che avea provati i rimprocci de' Soldati.
Tes. Br. 7. 31. Non sij riprenditor troppo aspro, ma insegna senza rimprocci. E lib. 6. 5. 1. Onde, per rimproccio, usavano gli artefici di Firenze, ec. diceano non la veggio [cioè dispregio]
Difend. Pace. Loro è ora messo al dinanzi in rimproccio dell' altre nazioni, a grande vergogna.