rincalzare

RINCALZARE.

Mettere attorno a una cosa, o terra, o altro, per fortificarla, o difenderla, acciò si sostegna, o stia salda. Lat. fulcire.
Cr. 3. 17. 4. E allora appresso del pedale la terra si raguna, o vero si rincalza.
Pallad. Rinzeppa bene, e rincalza le dette crepature.
¶ Per metaf.
Dan. Purg. 9. Lettor, tu vedi ben, come io innalzo La mia materia, e però, con più arte, Non ti maravigliar s' io la rincalzo. E Par. 21. Or voglion quinci, e quindi, ch' i' rincalzj Gli moderni pastori.
M. V. 9. 6. La Compagna vedendosi fuor del verno, e rincalzata de' danari ricevuti dal Cardinale.
Mor. S. Greg. Non gli hai tu dato, ciò ch' e' vuole, ed hai pieno, e rincalzato d' ogni bene lui, e la famiglia?
Guid. G. Conciossiacosachè lo Toas sia de' migliori de' Greci, rincalzato di molti parenti, e amici.
¶ Per sollecitare, strignere. Lat. urgere, sollicitare.
Filoc. lib. 6. 107. Ma il Castellano avendo proposto pur di sapere, in che servir lo potesse, non restò di rincalzarlo, ogni novella rompendogli.
Traduzioni

rincalzare

abstützen

rincalzare

racalcar, reforzar

rincalzare

appoiar, coperir con terra, installar commodemente, interrar

rincalzare

[rinkalˈtsare] vt (coperte, lenzuola) → to tuck in; (palo, albero) → to prop up, support