scorzare

SCORZARE.

Levar la scorza. Lat. corticem detrahere, decorticare.
Grad. San Girol. La terza virtù, che ha il serpente si è, che quando è vecchio, e vuole ringiovaníre, molto digiuna, e diventa magro, e va e truova una entrata stretta, e, entrandovi strettamente, tutto si scorza, e rinnuovasi, ec.
¶ Per metaf.
Petr. Son. 238. Deh perchè me del mio mortal non scorza l' ultimo dì.
Grad. S. Girol. San Paolo disse. Scorzatevi del vecchio peccato, e vestitevi di Giesucristo.