smortore

SMORTORE.

V. A. Astratto di smorto. L. pallor.
Buti. Lo smortóre procede da paura, perchè 'l sangue corre al cuore per confortarlo, che non venga meno per la paura, e le cose maravigliose adducono paura: però dice, che, maravigliandosi, divennero quell' anime smorte. E appresso. Quì Dante muove dubbio a Vergilio, dicendo: poichè s' avvide dello smortór di Vergilio, come verrò io, se tu hai paura, che suoli esser conforto al mio dubitare? E di sotto. L' angoscia delle genti, Che son quaggiù nel viso mi dipigne Quella pietà, cioè quello smortóre, che vien da pietà, che tu per tema senti.