sofferire

SOFFERIRE.

Comportare, patire, sostenere. Latin. tolerare, pati, sufferre.
Dan. Par. 30. Ma poco più sarà da Dio sofferto nel santo uficio. E Par. 3. Ma quella folgorò nel mio sguardo, Sì che da prima il viso nol sofferse. E cant. 14. Oh vero sfavillar del Santo spiro, Come si fece subito, e candente, Agli occhi miei, che vinti nol soffriro.
Petr. Son. 296. Perchè non furo allo 'ntelletto eguali, La mia debole vista non sofferse. E canz. 39. Quando novellamente io venni in terra A sofferir l' aspra guerra.
Bocc. nov. 44. 6. I tempi si convengon per sofferir fatti, come le stagioni gli danno. E nov. 23. 19. Or vi dico io bene, ch' io non posso più soffrire. E nov. 62. 6. Credi tu, ch' io sofferi, che tu m' impegni la gonnelluccia? E nov. 87. 3. Il che, quantunque gravissimo fosse a comportare a Talano, non potendo altro fare, se 'l sofferiva.
Mi sofferisce l' animo, o 'l cuore, vale quello, che più comunemente diciamo, mi patisce l' animo. Latin. induci possum.
Bocc. nov. 50. 20. Come ti sofferiva l' animo di dir di lei, sentendoti quel medesimo aver fatto, che ella fatto avea? E nov. 77. 58. Poichè a me non soffera il cuore di dare a me stessa la morte, dallami tu.
¶ Per contenersi, astenersi. Latin. temperare, abstinere.
Sen. Pist. I malugurosi s' attuffano ne' diletti, de' quali e' non si possono sofferire.
G. V. 7. 27. 3. Dicendo che, per Dio, si sofferisse alquanto, se la volesse la vittoria.
¶ Per reggere, e sostenere. L. substinere.
Dan. Purg. 13. Di vil ciliccio mi parean coperti, E l' un soffería l' altro, con la spalla, E tutti dalla ripa eran sofferti.
Accademia della Crusca © 1612