sopra, e sovra

Ricerche correlate a sopra, e sovra: baleno, sovrappeso

SOPRA, e SOVRA.

Preposizione, che denota sito di luogo superiore, contrario di SOTTO. Latin. super, supra.
Dant. Par. 7. Sopra la qual doppio lume s' addua. E canz. 10. Or ti riman, lettor, sovra il tuo banco.
Petr. cap. 1. sopra un carro di fuoco un garzon crudo.
Bocc. n. 46. 4. Presala, sopra la barca la misero, e andar via. E nov. 13. 16. Postagli la mano sopra 'l petto, la 'ncominciò a toccare. E nov. 14. 2. Presso a Salerno è una costa, sopra 'l Mare riguardante. E nov. 46. 1. Partito il Re, subitamente furon molti sopra i due amanti [cioè addosso] E num. 73. 9. La qual, chi la porta sopra, non è veduto da niuna altra persona [cioè addosso]
Bocc. Urb. Quivi sopra sera arrivò furiosamente un bellissimo giovane, con una testa di cinghiale nella mano [cioè fatta di già notte]
¶ In vece di più. Lat. amplius, magis, praeter.
Bocc. nov. 44. 4. Ma sopra tutti due giovani assai leggiadri, e da bene, igualmente le posero grande amore. E nov. 46. 2. La quale un giovinetto, ec. amava sopra la vita sua, ed ella lui.
Petr. Son. 210. Faccendo lei sovr' ogni altra gentile. E Son. 164. E le chiome ora avvolte in perle, e 'n gemme, Allora sciolte, e sovra or terso bionde. E Son. 115. O piacere, onde l' ali al bel viso ergo, Che luce sovra quanto Sol ne scalda.
¶ In vece d' OLTRE. Latin. praeter.
Boc. n. 84. 4. E senza alcun salario sopra le spese. E nov. 13. 7. Gran parte delle lor posessioni ricomperarono, e molte dell' altre comperar sopra quelle.
¶ Per CONTRO. Lat. contra, adversus.
Bocc. n. 18. 3. Ordinarono un grandissimo esercito, per andare sopra i nemici.
G. V. 7. 104. 3. Andò sopra lo Re di Spagna, poi sopra 'l Conte di Fasci, poi sopra lo Re d' Araona.
Petr. Son. 215. Amor tutte le lime Usa sopra 'l mio cuore afflitto tanto.
¶ In vece di Per. Lat. Per.
Bocc. n. 79. 23. Ma ove voi mi promettiate sopra la vostra grande, e calterita fede, dì, ec. E nov. 1. 7. Tante quistioni malvagiamente vincea, a quante a giurare di dire il vero, sopra la sua fede, era chiamato.
¶ Per intorno. Lat. De, circa.
Coll. S. Pad. cominciano i capitoli sopra le dieci collazioni de' Santi Padri, abitanti nell' ermo.
¶ Per INNANZI. Lat. ante.
Buti. Il nostro Autore finge, che queste, ch' egli narra nella prima cantica, gli furono mostrate nella notte del Venerdì Santo, sopra 'l Sabato Santo.
Fare, e ordinare uno sopra qualche uficio, cioè darnegli il governo, e farnelo sopracciò. Lat. praeficere.
Bocc. n. 47. 3. E sopra i suo' fatti il fece maggiore.
Esser sopra. Lat. praeesse.
Bocc. n. 80. 3. E quivi dando a coloro, che sopra ciò sono, tutta la mercatantía. E Introd. n. 4. Fu da molte immondizie purgata la Città da uficiali sopra ciò ordinati.
Ritornar sopra 'l capo. ritornare in suo danno. Lat. in suum caput redire.
Bocc. n. 77. 2. Alla qual la sua beffa, presso, che con morte, essendo beffata, ritornò sopra 'l capo.
Fiamm. lib. 2. 55. Venga sopra di me il giudicio, non sopra la non colpevole donna.
Passav. L' ira d' Iddio non venga sopra di noi.
Sopra di noi, cioè con promessa della nostra fede.
Bocc. Filoc. lib. 1. 5. E sopra noi gli prometti valorose forze.
Star sopra se, cioè sospeso, in dubbio. Latin. in dubio esse.
Bocc. nov. 49. 7. La donna, udendo questo, alquanto sopra se stette. E nov. 33. 1. Sovra se stesso alquanto stette, e poi disse.
Andar sopra se, cioè andar diritto, in su la persona, portar ben la vita.
Bocc. nov. 77. 48. Con le carni più vive, e con le barbe più nere gli vedete, e sopra se andare.
E di quì, Star sopra se, e sopra di se, cioè non s' appoggiare.