soprastante

SOPRASTANTE.

Che sta sopra, eminente. Lat. eminens, extans.
G. V. 11. 12. 1. E fecesi il fondamento infino all' acqua, tutto sodo, e soprastante.
Liv. dec. 3. Il monte soprastante, opportunamente coperse gli agguati.
¶ Per sopravvegnente. Lat. imminens.
Bocc. nov. 68. 24. Con la sua sagacità fuggì il pericolo soprastante. E g. 9. p. 2. Quasi sicuri da' cacciatori, per la soprastante pistolenza.
¶ Per quegli, che indugia troppo, mette tempo in mezzo, oltre al convenevole.
Liv. dec. pr. indugiante, e soprastante, ferocemente minacciassero.
¶ E SOPRASTANTE lo diciamo anche per imperioso, e insolente. Lat. insolens.

SOPRASTANTE.

Sust. che ha soprastanza in che che sia, custode, guardiano. Lat. custos, praefectus.
G. V. 11. 92. 2. I soprastanti, e guardie delle prigioni. E lib. 12. 91. 1. Levarono, che non potesse portare arme da offendere niuno gabelliere, ne niuno soprastante.