soro

SORO.

Semplice, inesperto. L. incautus, rudis.
Virg. Eneid. M. Vide Tidéo, e tre figliuoli d' Antenore, i più sori.
Cr. 10. 3. 1. Quello che fu preso, quando uscì del nidio, e di secondo merito, innanzi, che le penne in fierità mutasse, e soro si chiama. Qui parla d' uccelli di rapina.
Dittam. Onde non creder ne esser sì soro, Che, ec.
Ar. Fur. E or potrà Ruggier giovane soro Farmi da solo, a solo o danno, o scorno.
Traduzioni

soro

soro

soro

sore