sozzura

SOZZURA.

Astratto di sozzo, bruttura, laidezza. Lat. foeditas, sordes.
Vit. Cr. E gittanli lo fango, e l' altre sozzure nel volto.
Fr. Giord. S. Il loto, che qui e sozzo, nell' Agnolo è bello, onde non è sozzura nell' Agnolo.
Amm. Ant. Cessi di riprender la sozzura nell' occhio altrui, chi nel proprio porta la trave. Questo è proverbio, ma noi oggi il porgiam così. Vedere il bruscol nell' occhio altrui, e nel suo non veder la trave. Lat. stipulam in alieno oculo facilius perspicere, quam in suo trabem. E dicesi di chi biasima in altrui i difetti minimissimi, essendo macchiato di grandissimi.
Mor. S. Greg. Dopo la gloria dell' ammaestrare, si dee purgare la sozzura del pensiero.
Traduzioni

sozzura

[sotˈtsura] sffilth