strignere

STRIGNERE.

Accostare con violenza, e con forza le parti insieme, o vero l' una cosa con l' altra. Lat. stringere.
Bocc. n. 47. 7. E da queste parole vennero a pigliarsi per mano, e strignersi. E n. 12. 17. E poichè mille volte, disiderosamente strignendolo, baciato l' ebbe.
Petr. canz. 39. 2. Deh stringilo or, che puoi.
Bocc. n. 31. 31. Strignendosi al petto il morto cuore, disse.
¶ Per metaf.
Dan. Par. 32. Ma io ti solverò forte legame, In che ti stringon li pensier sottili.
Bocc. n. 40. 20. Come colei, alla quale strignevano i cintolini [cioè le premeva il negozio] detto proverbiale. Lat. curae esse o vero, cordi esse. E nov. 98. 29. Che 'l legame dell' amistà troppo più stringa, che quel del sangue, e del parentado.
¶ In signific. neutr. pass. accostarsi. Lat. accedere.
Dan. Par. 11. Ben son di quelle, che temono il danno, E stringonsi al pastore. E Inf. 9. Ch' i' mi strinsi al Poeta per sospetto.
Petr. canz. 24. 3. Che pur tanta baldanza al cuor mi diedi, ch' io le mi strinsi a piedi.
G. V. 11. 76. 1. A dì 21. d' Aprile si strinsono, presso alle porte di Verona, al gittar d' un balestro.
Petr. cap. 1. Allor mi strinsi a rimirar s' alcuno Riconoscessi nella folta schiera [cioè mi misi]
¶ Per costrignere, violentare, sforzare.
Dan. Purg. 29. Ch' altra spesa mi strigne, Tanto che in questa io non posso esser largo.
Bocc. nov. 63. 12. Tanto l' affezion del figliuol lo strinse, che egli non pose l' animo allo 'nganno fattogli dalla moglie [cioè commosse]
M. V. 1. 94. Si scusò, che non potea, ch' era forte stretto dalle gotti [cioè tormentato]
Dan. Par. 5. Ma la condizione Mi strigne a seguitare alcuna giunta.
Bocc. n. 50. 13. Vide colui, il quale starnutito aveva, e ancora starnutiva, a ciò la forza del zolfo strignendolo. E nov. 10. 3. Voi mi strignete a quello, che io del tutto aveva disposto di non far mai. E nov. 85. 15. Cominciò molto a strignere, e a sollecitar Bruno [cioè stimolare, e instigare]
¶ Per similit. Serrare, racchiudere. Lat. concluderte, obsidere.
G. V. 5. 1. 8. Venne all' assedio di Roma per distruggerla, e aveala molto stretta. E lib. 7. 103. 1. E misesi a strignere la Città di Girona. E lib. 8. 89. 2. Si posero ad oste al castello di Gargonsa, e quello strinsero per battaglia.
Bocc. nov. 17. 44. Prima, che da due potentissimi eserciti fosse stretto in mezzo.
¶ Per unire, raccogliere insieme.
Dant. Par. 22. Così mi disse, e indi si ricolse Al suo collegio, e 'l collegio si strinse.
Amet.. Strignendo le molte lodi in poche parole.
Petr. son. 206. Seco si stringe, e dice a ciascun passo, Deh fosse or qui [cioè si raccoglie in se medesimo]
¶ Per ristrignersi, usar parcità. Lat. parcè vivere.
Bocc. introd. n. 13. Non istrignendosi nelle vivande quanto i primi, ne nel bere, e nell' altre dissoluzioni allargandosi, quanto i secondi.
¶ Per diminuire, scemare. Lat. imminuere.
Boc. g. 6. f. 8. Come ne' teatri veggiamo dalla lor sommità, i gradi infino all' infimo venire, successivamente ordinati, sempre strignendo il cerchio loro.
¶ E da STRIGNERE STRINGA, che è un pezzo di nastro, con punte d' ottone, col quale s' allacciano, per lo più, i vestimenti. Alcuni la dicono in lat. ligula adstrictoria, altri adstrigmentum.
Bern. Orl. Ma lascia, che co' nostri ella si stringa, Ogni cristian n' avrà cento per stringa.