svenuto

SVENUTO.

Add. Lat. Defectus, a, um. Consternatus.
Passav. c. 362. La parte fantastica, rimanendo vota, che si rovescia indietro, e quella offuscata, quasi affogata, e questa vota, e svenuta, riceve fantasie gravi, e noiose.
Vit. S. Pad. E per questi pensieri era così svenuto.
Traduzioni

svenuto

bi-huš, madhuš

svenuto

/a [sveˈnuto] pp di svenire