tignuola

TIGNUOLA.

Piccolo vermicello, che si genera ne' panni lani, e gli rode, a guisa, che fa il tarlo il legname. Lat. tinea, blatta.
Fior. Vir. A. Mon. Sì come il tarlo consuma il legno, e la tignuola il panno, cioè le vestimenta, così consuma la 'nvidia il corpo dell' huomo.
Amm. ant. Dalle vestimenta procede tignuola.
Serm. S. A. D. Queste veste sono senza tignuola [cioè sanza roditura di tignuola]
Collaz. S. Pad. Là ove la ruggine, e la tignuola il rode, e là dove i Ladroni imbolano.
Hacci un' altra spezie di tignuola, che si genera nel grano, e lo vota.
Cr. 3. 2. 2. Columella comanda, che 'l grano non si rimeni, perocchè più si mescolano le tignuole, o altri animali, che l' abbiano a offendere.