tomare

TOMARE.

Cadere, o andare a capo alla 'ngiù, alzando i piè all' aria. Latin. praecipitare, in praeceps ruere.
Liv. M. I Romani veníeno a slascio in giù correndo, e percoteano a' Galli, ed elli tomavano l' un sopra l' altro.
Petr. canz. 3. 4. Prima ch' io torni a voi lucenti stelle, O tomi giù nell' amorosa selva.
Dan. Inf. 16. Ma fino al centro pria convien ch' io tomi [cioè scenda] E canz. 32. Non ti dirò ch' io sia, ne mosterrolti, Se mille fiate in su 'l capo mi tomi [cioè ritorni a pormi le mani in capo]
Diciamo anche TOMBOLARE, e CAPOLEVARE.
Firenz. As. d' oro. Ad ogni passo, che noi faciavámo, tombolavámo con be' cimbottoli.
Accademia della Crusca © 1612