trapasso

trapasso

(tra'pas:o)
nome maschile
1. passaggio da una situazione a un'altra fase di trapasso
2. diritto passaggio di proprietà trapasso di diritti trapasso dell'auto

TRAPASSO.

Il trapassare, e luogo, onde si trapassa. Lat. transitus, us.
G. V. 6. 73. 2. E al trapasso d' una riviera, più di quattordicimila si dice n' annegarono.
M. V. 8. 73. In quelli luoghi, donde dovea essere lor trapasso.
G. V. 6. 32. 1. Per lo buono sito, e trapasso, il quale era in sul cammino di Pisa.
Dan. Par. 14. Si movén lumi scintillando forte Nel congiugnersi insieme, e nel trapasso.
Tes. Br. 3. 4. Di Spagna è il trapasso in Libia.
¶ Per termine rettorico. Lat. transgressio, egressio.
Tes. Lib. 8. 63. Ermagora nel suo libro: che innanzi alla conclusione si dee mettere lo trapasso, ec. Voi avete bene udito addietro, che trapasso si è, quando il parlatore esce un poco di sua materia propria, e trapassa a un' altra, per lodar se, o sua parte, e biasimare suo avversario, e sua parte, o per cagione di confermare, non per argomento, ma per accrescer la cosa, ec. Di questo trapasso dice Tullio, che non dee esser per simiglianza del conto, anzi è sottomesso agli argomenti delle parti del conto.
E trapasso diciamo a una delle maniere dell' andatura del cavallo.
Bern. Orl. Perchè quella Giraffa orrenda e fiera, Via ne lo porta, e va sì di trapasso, ec.
Traduzioni

trapasso

muerte, traspaso

trapasso

morte, transpassamento

trapasso

[traˈpasso] sm
a. (Dir) (passaggio) trapasso di proprietà (di case) → conveyancing; (di auto) → legal transfer
b. l'ora del trapasso (letter) → one's final hour