traslatare

TRASLATARE.

Trasportare di luogo a luogo. Lat. transferre.
G. V. 1. 57. 5. E fece traslatare il corpo del beato santo Miniato nell' altare. E lib. 1. 61. 1. Da poi che lo 'mperio de' Romani si traslatò di Roma in Grecia per Gostantino.
Cavalc. fr. ling. Per le quali cose volle Iddio mostrare, che quel luogo era traslatato di puzza, e di tenebre, a stato di Santità, e di lume [cioè trasmutato]
¶ Per ridurre le scritture, e i componimenti d' una lingua in un' altra, che oggi si dice anche TRADURRE. Latin. vertere.
Retor. Tull. Stendette suo ingegno a traslatar di greco in latino.
Tes. Br. 1. 17. Dieci savi huomini traslataron poi in libro di Solon, la legge di dodici tavole.
Passav. 314. Meglio, e più fedelmente, e più veracemente traslatò, e interpetrò, spose, e comentò, che niuno altro.