tuzia

TUZIA.

Mil. M. Polo. Quivi si fa la tuzia, e lo spodio, e dirovvi come. Egli hanno una vena di terra, laquale è buona a ciò, e pongonla nella fornace ardente, e in su la fornace pongono graticole di ferro, e 'l fummo di quella terra va suso, e quello, che quivi rimane appiccato, è tuzia, e quello, che riman nel fuoco, è spodio.
M. Aldobr. Prendere tuzia polverizzata sottilmente, e distemperata con sugo di Calamandréa.
Traduzioni

tuzia

atutía